martedì 10 febbraio 2015

La lirica al PimOff: la serva padrona in minimi termini


La serva padrona è un celebre intermezzo buffo di Giovan Battista Pergolesi.

Composta su libretto di Gennaro Antonio Federico, fu rappresenta la prima volta al Teatro San Bartolomeo di Napoli nel 1733. A questa rappresentazione è attribuita a tutti gli effetti l'inizio del nuovo genere dell'Opera Buffa.
L'opera racconta le vicende di Uberto, ricco e attempato signore che ha al suo servizio la giovane e furba Serpina che, con il suo carattere prepotente, approfitta della bontà del suo padrone. Uberto, per darle una lezione, le dice di voler prendere moglie: Serpina gli chiede di sposarla, ma lui, anche se è molto interessato, rifiuta. Per farlo ingelosire Serpina gli dice di aver trovato marito, un certo capitan Tempesta, che realtà è il servo Vespone che, travestito da soldato, chiede a Uberto una dote di 4000 scudi. Per non pagarli Uberto si sposa Serpina, la quale da serva diventa finalmente padrona. E da lì prende il nome di serva padrona.



Opera 17 è una associazione fondata da sei musicisti che, grazie al coinvolgimento di diverse professionalità in campo teatrale, hanno dato vita ad una compagnia lirico-teatrale che ha l'ambizione di "traghettare" l'opera lirica in spazi insoliti e sotto una forma capace di farla apprezzare anche a chi non è avvezzo a questo genere musicale. La cifra distintiva è la creazione di spettacoli originali, mediante la trascrizione inedita per quartetto d'archi delle opere che presentiamo e una riduzione drammaturgica appositamente riadattata ad uno spazio scenico non convenzionale, in cui sono aboliti gli alti costi che la realizzazione di un'opera lirica in "grande stile" comporterebbe. Le rappresentazioni ricreano così un microcosmo musicale che mantiene intatta la struttura portante dell'opera, la sonorità orchestrale, nonostante la riduzione quartettistica.
Da qui il motto del gruppo "l'opera lirica ridotta in minimi termini".
PimOff stagione 14/15
presenta
Domenica 15 febbraio ore 18.00 (LIRICA)
Opera 17/La serva padrona di G.B. Pergolesi
Messa in scena a cura di Opera 17
Uberto, Jacopo Bianchini
Serpina, Sofia Rossi
Vespone, servo di Uberto: Kano Ozawa
Regia di Kano Ozawa
Pianista accompagnatore e direttore, Giuseppe Califano
Melologo originale su
Testo di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais
Musiche di Fabrizio Rabbolini – attore Giacomo Occhi
Fonte: assesempione

Nessun commento:

Posta un commento