lunedì 16 febbraio 2015

LO SPERIMENTALE A RAVENNA: Teatro Lirico Sperimentale


SPERIMENTALE D’ESPORTAZIONE

SPOLETO – RAVENNA

TEATRO LIRICO SPERIMENTALE – TEATRO DELLE ALBE

Dopo il successo nella Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto 2014

 L’OPERA – SPETTACOLO DI MARCO MARTINELLI

ED ERMANNA MONTANARI CON MUSICHE DI CRISTIAN CARRARA

IN SCENA A RAVENNA

“IL GIOCATORE”
DEBUTTA NELLA VERSIONE TEATRALE


 E’ con particolare soddisfazione annunciare che il Teatro delle Albe, dopo una serie di spettacoli di prova, presenta domani 14 febbraio in anteprima a Ravenna (http://www.teatrodellealbe.com/ita/spettacolo.php?id=88), nella versione teatrale, “Il Giocatore”, opera commissionata al drammaturgo Marco Martinelli e al compositore Cristian Carrara dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”. Andata in scena lo scorso settembre quale spettacolo inaugurale della 68ma Stagione Lirica Sperimentale, l’opera ha destato particolare interesse e apprezzamento, oltre che per la bravura degli interpreti, in particolar modo l’attore Alessandro Argnani, anche per il tema trattato: il gioco d’azzardo. Lo spettacolo è stato preceduto a Spoleto da “Azzardo di Stato”, un convegno nazionale sul fenomeno. Alessandro Argnani, intervistato per “Ravenna e dintorni”, così racconta la genesi dello spettacolo “dalla commissione di un testo da mettere in musica su temi dell’oggi chiesto al Teatro delle Albe. Nasce come opera lirica ed è stato presentato come dittico, Il giocatore, per l’appunto, e la Canzone del luogo comune. Come piace alle Albe e a Marco Martinelli nasce dalla ricognizione sul presente, sulle contraddizioni della società attuale. E rappresenta un teatro che ha bisogno di relazionarsi con un mondo, che vuole incontrarsi e “scontrarsi” col pubblico. Il tema del gioco d’azzardo è un tema attualissimo nelle nostre terre e nel nostro Paese. Abbiamo intrapreso così questo viaggio indagando sui luoghi e incontrato le persone legate a questo fenomeno del gioco. E abbiamo raccolto le storie di tante persone ipnotizzate e poi annientate dalle slot machine”.

Il giocatore è l’epilogo di una vita, quella di un contadino arricchito della Romagna, un uomo strettamente legato alla terra e della nuova generazione, ormai distaccato dai valori tradizionali e distrutto dal vizio del gioco. Si è giocato il trattore, poi la terra, ha mentito a parenti e amici e finge a se stesso, per ottenere i soldi che gli servono per continuare a giocare. Come desidera evidenziare Argnani “nel testo e nello spettacolo non c’è nessun giudizio morale sui giocatori. La deriva è personale ma la responsabilità è collettiva”.

Le musiche di Cristian Carrara sono state registrate a Spoleto il 14 settembre 2014, in occasione della produzione di Opera Nova 2014 del Teatro Lirico Sperimentale. Direttore: Flavio Emilio Scogna, Ensemble strumentale dell’O.T.Li.S. – Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale: Lorenzo Fabiani (violino), Alessandro Marini (violino), Andrea Pomeranz (Viola), Matteo Maria Zurletti (violoncello), Michela Ciavatti (clarinetto), Hushi Brunald (percussioni), Marco Attura (pianoforte).

L’opera nella versione definitiva sarà presentato in prima nazionale a Milano, Ex ospedale psichiatrico, il 30 ottobre 2015

Fonte: Ufficio Stampa

Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”

Nessun commento:

Posta un commento