sabato 25 giugno 2016

Concorso lirico internazionale “Teatro Besostri” 2016


Il Teatro Besostri di Mede in collaborazione con Incanto in Musica di Pavia, Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano, Associazione Amici d`la Region Piemont, Auditorium di Mortara e il patrocinio del Comune e Assessorato alla Cultura del Comune di Mede , in previsione della produzione di opere programmate per la stagione lirica 2016-17, indice un concorso volto a selezionare voci di tutti i registri vocali a copertura dei ruoli, primari e comprimari, nelle opere Madama Butterfly, Elisir d`amore, Carmen.

Attraverso il Concorso Lirico Internazionale Teatro Besostri di Mede, le Istituzioni intendono proseguire il percorso intrapreso la scorsa stagione che ha riportato l`opera lirica al Teatro Besostri e dato modo a giovani artisti di debuttare ruoli importanti e di entrare a far parte di un circuito che ha compreso il teatro Don Bosco di Pavia, Carbonetti di Broni, Auditorium di Mortara e Tirinnanzi di Legnano. Circuito che verrà replicato anche questo anno con l’aggiunta di Torino e Zurigo.

Come già nella prima edizione , anche questo anno il teatro Besostri si propone come centro di produzione teatrale. A sottolineare la centralità ed importanza dell’azione culturale svolta in un ampio territorio, la Lomellina, in cui il Besostri è l’unica struttura teatrale con le caratteristiche tecniche necessarie ad ospitare allestimenti complessi come quelli operistici. Concorso Il Concorso è aperto a cantanti di tutte le nazionalità che non abbiano superato i 40 anni di età.

Si ricercano tutti i ruoli principali e comprimari delle opere Elisir d’amore, Butterfly e Carmen. I premi consistono nel debutto nelle opere in oggetto e nella promozione dei vincitori attraverso la collaborazione con il Talent Forte Fortissimo Tv ed il premio Lirica World per il Talento, che verrà dato al candidato/a ritenuto migliore tra i vincitori del concorso e che consisterà nella promozione dell’immagine e della carriera dell’artista selezionato.

Oltre a questo I cantanti finalisti parteciperanno al Concerto finale che si terrà al Teatro Besostri di Mede il giorno 1 ottobre e al termine del quale verranno comunicati i nomi dei vincitori dei ruoli. Il concerto sarà che verrà replicato a Milano presso la sede dell’Associazione amici del Loggione in data da stabilirsi.

Durata: dal 29 settembre/1 ottobre 
PROVE: eliminatoria, semifinale e finale
LUOGO: Teatro Besostri ,via Matteotti 33 Mede
QUOTA ISCRIZIONE: 70 euro per chi partecipa per la prima volta e 40 euro per chi ha partecipato alla prima edizione del concorso.
DATA SCADENZA ISCRIZIONI: 19 settembre alle ore 18

COMMISSIONE La commissione è composta dal direttivo del Teatro Besostri, dall'Assessore alla Cultura del Comune di Mede, dai responsabili artistici della rassegna InCanto in Musica e Associazione Amici d’laRegion Piemont, dal regista Renato Bonaiuto, dal direttore artistico dell'Auditorium di Mortara Alessandro Marangoni. Presidente di commissione il soprano Paola Romanò.

Per saperne di più e scaricare modulo iscrizione: www.incantoinmusicaspettacoli.it per informazioni : info@croma2000.it – Telefono 333-6136152 (Sig.ra Malva Bogliotti) info@teatrobesostri.it 
Su www.incantoinmusicaspettacoli.it chi desidera iscriversi può ascoltare la testimonianza diretta dei vincitori della scorsa edizione nei video di Forte Fortissimo Tv. 



Lirica World di Emanuela Campanella
http://www.lirica-world.com/

mercoledì 22 giugno 2016

El Juez con Jose Carreras e Carlo Colombara


Opera in quattro atti (2014)
Musiche di Christian Kolonovits
Libretto di Angelika Messner
In spagnolo con sottotitoli in tedesco
al Theater an der Wien (Vienna - Austria).


Dopo i successi ottenuti al Teatro Arriaga di Bilbao, al Festspielhaus di ERL ed al Mariinsky di St. Petersburg, Carlo Colombara ritorna ad interpretare il ruolo del protagonista Morales al fianco del grandeJosè Carreras nell’opera contemporanea “El Juez“di Christian Kolonovits a Vienna, nel prestigioso Teatro An der Wien.
Con loro nel cast altri importanti nomi della lirica di oggi fra i quali Sabina Puertolas, Josè Luis Sola e Ana Ibarra per la direzione musicale del M° David Gimenez Carreras, e la regia del M° Emilio Sagi.
 

Alcune riprese dell'opera El Juez al Teatro Arriaga di Bilbao, 26 aprile 2014


Cast

Conduttore
David Giménez
 
Direttore
Emilio Sagi


Stage Design
Daniel Bianco

Costume Design
Pepa Ojanguren

Light Design
Eduardo Bravo
 
FEDERICO RIBAS, JUDGE
José Carreras
 

ALBERTO GARCÍA, BALLADEER
José Luis Sola
 
PAULA, JOURNALIST
Sabina Puértolas
 

MORALES, VIZEPRÄSIDENT DER SAUBEREN HÄNDE
Carlo Colombara
 
ABBESS
Ana Ibarra

MARIA | SECOND NUN
Maria José Suarez
 
FIRST NUN
Itziar de Unda
 
PACO, CAMERA OPERATOR
Manel Esteve
 
OLD WOMAN
Milagros Martin
 
VIER MÄNNER DER "SAUBEREN HÄNDE"
Thomas David Birch
 
VIER MÄNNER DER "SAUBEREN HÄNDE"
Julian Henao Gonzalez
 
VIER MÄNNER DER "SAUBEREN HÄNDE"
Ben Connor
 
VIER MÄNNER DER "SAUBEREN HÄNDE"
Stefan Cerny
 
ORCHESTRA
ORF Radio-Symphonieorchester Wien
 
CHOIR
Arnold Schoenberg Chor (Ltg. Erwin Ortner)

Intervista al basso Carlo Colombara
Clicca qui






NABUCCO” di G. Verdi alla Reggia di Colorno



Notturni in Musica alla Corte della Duchessa 5 Luglio “NABUCCO” di G. Verdi Reggia di Colorno – ore 21.30 


 Il successo della rassegna, dal titolo “Notturni in Musica alla Corte della Duchessa”, ha consentito che si sia giunti quest’anno alla IV° edizione con concerti, danza e lirica. Ogni anno l’Associazione Parma OperArt produce un’opera lirica e quest’anno è la volta di Nabucco di G. Verdi.
Nel 2016 si torna dunque a Verdi con un’opera dalla tematica fortemente attuale poiché si tratta di una storia senza tempo che può parlare anche agli spettatori di oggi, in un mondo in cui ancora una volta si colpiscono duramente i singoli così come i popoli.

All’epoca venne letta come l’opera più risorgimentale di Verdi, poiché gli spettatori italiani potevano riconoscere la loro condizione politica in quella degli ebrei soggetti al dominio babilonese. Questa lettura fu soprattutto scaturita dal famoso coro “Va’, pensiero, sull’ali dorate”, divenuto un “inno” alla liberazione dall’occupazione austriaca. Erano gli anni in cui la Duchessa Maria Luigia era sovrana del Ducato di Parma-Piacenza-Guastalla ma l’aria stava cambiando: la rivoluzione per l’Unità d’Italia non si poteva arrestare nemmeno a Parma e dovunque si sentivano le grida: “Viva Pio IX, re d’Italia, abbasso l’Austria”.

Il coro dei “Lombardi” scritto da Verdi – “O Signore dal tetto natio” insieme al “Va’ pensiero” del Nabucco diventarono quindi inni patriottici e nel bicentenario dell’arrivo a Parma della Duchessa Maria Luigia, così come in quella che fu la sua residenza di rappresentanza, la Reggia di Colorno, non si poteva non ricordare anche questo aspetto. Il dramma dell’opera Nabucco è incentrato sostanzialmente sull’avidità di potere e sul tradimento, soprattutto tramite le due figure principali: il re di Babilonia Nabucodonosor II e sua figlia Abigaille che brama il potere.

Una storia, dunque, che dovrebbe essere non solo un’esperienza musicale ma anche un riferimento di vita, dove l’esperienza tragica del dolore diventa un modo per conoscere se stessi e riconoscere gli altri, dove l’oppressione di un popolo diventa l’oppressione di altri popoli, una storia che si ripete, e la carica ideale associata alla dimensione collettiva contenuta in quest’opera riesce a infonderci una forza reattiva di fronte all’oppressore, di fronte alle ingiustizie, di fronte ai soprusi che purtroppo ancora oggi la nostra società sta vivendo.

 Il CAST di questo “Nabucco” è assolutamente prestigioso: il ruolo del titolo sarà interpretato dal baritono Carlo Maria Cantoni, baritono cantabile dal tipico colore verdiano, che ha sempre riscosso grandi apprezzamenti del pubblico e della critica, per mezzi vocali e presenza scenica. Il cospicuo repertorio lo vede protagonista in tutto il mondo in produzioni di: Aida, Rigoletto, Manon Lescaut, Guglielmo Tell, Attila, Nabucco, Traviata, Don Carlos, Carmen, Un Ballo in Maschera, Trovatore, Otello, Cavalleria Rusticana, Tosca, Madama Butterfly. Ma sicuramente il ruolo che più ha interpretato in assoluto è proprio “Nabucco”. Il ruolo di Abigaille sarà affidato al soprano Maria Simona Cianchi che dopo il diploma al nostro conservatorio “A. Boito”, sotto la guida di Donatella Saccardi, sta intraprendendo un’ottima carriera ed ha ricoperto questo ruolo in diversi teatri e produzioni avendo doti vocali adatte a questo personaggio Verdiano di difficile interpretazione. Il ruolo di Fenena sarà interpretato dal soprano Angela Gandolfo perché Verdi scrisse per questo ruolo anche una versione per soprano la cui partitura orchestrale è identica ma si differenzia la scrittura vocale che è arricchita da virtuosismi, acuti e sovracuti. Una versione interessante quindi dal punto di vista culturale perché difficilmente eseguita. Il ruolo di Zaccaria sarà interpretato dal basso Paolo Bergo, veterano ed esperto in questo ruolo e che canta tuttora nei maggiori teatri italiani ed esteri. Un basso che, come richiede la partitura, deve sovrastare coro e orchestra nel suo personaggio austero e colmo di spiritualità. Adballo sarà interpretato dal tenore Francesco Pavesi: una lieta sopresa, un giovane tenore del nostro territorio (di Fornivo) che sta facendo una brillante carriera oltreoceano e che rappresenta in questo Nabucco un valore aggiunto importante anche se in questo caso si tratta di un piccolo ruolo e ne decreta pertanto la professionalità dell’artista. Il Gran Sacerdote è il basso Franco Montorsi, veterano nel ruolo. Il coro dell’Opera di Parma e l’Orchestra Città di Ferrara saranno diretti dal Maestro Lorenzo Bizzarri. Costumi “Arte&Amicizia”, scene di Maurizio Zaccardi, regia Eddy Lovaglio. La messa in scena è semplice e nella tradizione, con qualche elemento scenico ad opera di Maurizio Zaccardi, valente scultore e qui in veste di scenografo. Le regia punta su una partita a scacchi come similitudine del gioco di potere: scacco matto al re. Si rifà alla celebre affermazione esclamata da Albert Einstein: “Dio non gioca a dadi con l’Universo” convinto che ogni fenomeno fosse deterministico purché fosse possibile conoscere tutte le condizioni iniziali ed ogni forza coinvolta. Ma Richard Feynman aggiunse. "Dio non solo gioca a dadi con l’universo, ma li getta anche dove non li possiamo vedere". Immaginiamo dunque che l’esistenza, cosmica e universale, sia come una partita a scacchi, e allo stesso modo dunque nell’opera, Nabucco, Abigaille tenta di dare scacco matto al re…. Nabucodonosor II .

 Gli spettacoli di Parma OperArt hanno l’intento di poter far fruire a tutto il pubblico un’opera lirica o un balletto a costi assolutamente agevolati e con particolare attenzione alle fasce cosiddette più “deboli”, anziani e giovani: 5 luglio “Nabucco”: I° settore euro 27,00 – II° settore euro 22,00. "Over 65": 25 euro primo settore, 20 euro secondo settore.

Con prenotazione online anche dal nostro sito www.parmaoperart.com 

Per informazioni e biglietteria: 

Parma OperArt, Tel. 0521 1641083 – Cell. 393 0935075 – info@parmaoperart.com Reggia di Colorno, Tel. 0521 312545 – reggiadicolorno@provincia.parma.it

domenica 19 giugno 2016

Master Class Internazionale con il Basso Carlo Colombara


Quota di partecipazione per la masterclass - EUR 250, - a persona.
Per informazioni e prenotazioni, si prega di contattare Theodora Dimitrova, Direttore di EMA Varna - emavarna2015@gmail.com. Gli organizzatori possono aiutare organizzando il trasporto e l'alloggio. Tutti i costi aggiuntivi sono a carico dei partecipanti.
Link alla pagina European Music Academy Varna Facebook: https://www.facebook.com/emavarna2015
Link della manifestazione Masterclass di Carlo Colombara su Facebook: https://www.facebook.com/events/728067743960826/
Importante per tutti i partecipanti: Il direttore dell'Opera di Varna sta per assistere personalmente parte delle classi.
Ogni studente può avere la possibilità di essere invitato a esibirsi sul palco in uno dei suoi spettacoli. * Questo programma rimane suscettibile di eventuali modifiche.
Nel caso in cui tale verifica, i partecipanti saranno informati in tempo. *
* Il 13 agosto "La forza del destino" si svolgerà, interpretato da Carlo Colombara, Daria Masiero e Marco Boemi come direttore.
Gli studenti parteciperanno anche dal 3 al 11 agosto, alle prove e l’11 agosto alla Première dell’opera "Boris Godunov" al Festival Estivo di Varna, con il debutto di Carlo Colombara nel ruolo del titolo.
Chiunque abbia voglia per prolungare la sua permanenza e visitare la performance viene chiesto di informare gli organizzatori in tempo.

Participation fee for the masterclass - EUR 250,- per person.
For information and reservations, please contact Theodora Dimitrova, Director of EMA Varna - emavarna2015@gmail.com. The organisers can help by arranging transportation and accommodation.
All extra costs are carried by the participants.
Link to European Music Academy Varna Facebook page: https://www.facebook.com/emavarna2015
Link to Carlo Colombara's Masterclass event on Facebook: https://www.facebook.com/events/728067743960826/
Important for all participants: The director of the Opera Varna is going to personally attend part of the classes.
Every student can get the chance to be invited to perform on the stage at one of its shows.
*This schedule remains liable to any changes. In case such occur, the participants are going to be informed on time.*
*On August 13th “La forza del destino” will take place, starring Carlo Colombara, Daria Masiero and Marco Boemi as conductor.
 <The students will partecipate also during the period from 3 to 11 August, at the rehearsals and the 11 August to the Première of "Boris Godunov" in the Summer Festival of Varna with the debut of Carlo Colombara in the title role>.
 Anyone willing to prolong his stay and visit the performance is asked to inform the organisers on time.