venerdì 30 dicembre 2016

Invito a Teatro con: "Il Barbiere di Siviglia"


Il barbiere di Siviglia è un’opera in due Atti di Gioachino Rossini su libretto di Cesare Sterbini tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais. Il titolo originale dell’opera era Almaviva, o sia l’inutile precauzione. Prima di Rossini, Giovanni Paisiello aveva messo in scena il suo Barbiere di Siviglia nel 1782 (dieci anni prima della nascita di Rossini). Con quella stessa opera, Paisiello aveva riscosso uno dei maggiori successi della sua fortunata carriera. Il precedente successo di Paisiello (uno dei maggiori rappresentanti dell’opera napoletana) faceva sembrare inammissibile che un compositore di ventitre anni – per quanto dotato – osasse sfidarlo. Rossini in realtà non aveva nessuna responsabilità sulla scelta del soggetto. L’opera fu infatti scelta dall’impresario del teatro Argentina di Roma, il duca Francesco Sforza Cesarini; questi voleva commissionare a Rossini un’opera per l’imminente carnevale. A quei tempi qualsiasi rappresentazione doveva scontrarsi con le forbici della censura pontificia. Per andare sul sicuro, l’impresario propose come soggetto “Il barbiere di Siviglia”, che fu subito approvato dai censori pontifici.
Musiche di Gioacchino Rossini su libretto di Cesare Sterbini
Allestimento in forma semi scenica
Personaggi e interpreti:
Conte D’Almaviva: Filippo Pina Castiglioni
Rosina: Lara Matteini
Figaro: Alberto Zanetti
Don Bartolo: Eugenio Leggiadri
Don Basilio: Luca Gallo
Berta: Elena De Simone
Fiorello: Giacomo Nalin
Un Ufficiale: Luca Favaron
Ambrogio e Notaio: Luca De Carli

Direttore d’orchestra: Riccardo Leòn Boeretto
Orchestra e coro della Filarmonica del Veneto

Maestro del coro: Luca Favaron
Maestro al clavicembalo: Paolo Polon
Regia: Stefania De Carli
Scenografie e costumi: Mousiké Drama Workshop
Produzione: Mousiké Venice Theatre Company e Associazione Filarmonica del Veneto


Nessun commento:

Posta un commento