domenica 25 giugno 2017

NOTTURNI IN MUSICA ALLA CORTE DELLA DUCHESSA



NOTTURNI IN MUSICA ALLA CORTE DELLA DUCHESSA

STAGIONE 2017
REGGIA DI COLORNO
27 Giugno – 12 Luglio 2017


27 Giugno 2017 – ore 21.30  “Soul-Jazz Dance”, la giovane danza interpreta i migliori successi del Jazz e del Musical degli anni ’50 e ’60. Regia Arturo Cannistrà della Fondazione Nazionale Danza/Aterballetto.  

  6 Luglio 2017 – ore 21.30  “Rigoletto”, allestimento Opera integrale di G. Verdi, con il baritono Massimiliamo Fichera nel ruolo del titolo, coro dell’Opera di Parma e Orchestra Città di Ferrara diretti dal M° Lorenzo Bizzarri. Regia: Eddy Lovaglio

12 Luglio 2017 – ore 21.30  “Recital del M° Roberto Cappello” con Roberto Vignoli, saxofono. Musiche di George Gershwin e di Roberto Molinelli




PROGRAMMA IN DETTAGLIO

La stagione estiva 2017 negli storici giardini della Reggia di Colorno inizierà il 27 giugno con un Gala di Danza interpretato da giovani danzatori e coreografi, provenienti da tutta Italia, dal titolo “Soul-Jazz Dance”  in omaggio alle più belle musiche degli anni ’50 e ’60 del panorama del Jazz e del Musical.
La regia è di Arturo Cannistrà della Fondazione Nazionale Danza/Aterballetto.





Il 6 luglio 2017 
l’appuntamento più atteso della stagione con la nuova produzione lirica di Parma OperArt: l’Opera “Rigoletto” di Giuseppe Verdi. 
Opera in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave. 
Costumi nella tradizione. 
La scenografia -di Lorenzo Giossi- vuole simbolicamente rifarsi ad una visione Pirandelliana dell’Opera.  

Il Cast dell’Opera RIGOLETTO 
quest’anno è davvero straordinario a cominciare dall’interprete principale del titolo: il baritono Massimiliano Fichera nel ruolo di Rigoletto. Altra presenza importante è quella del tenore Rino Matafù, giovane promessa della lirica, nel ruolo del Duca di Mantova, Gilda sarà interpretata dal soprano Annalisa Di Ciccio. 


Rigoletto: Massimiliano Fichera, baritono
Il Duca di Mantova: Rino Matafù, tenore
Gilda: Annalisa Di Ciccio, soprano
Sparafucile: Kiok Park, basso
Maddalena: Virginia McIntyre, mezzosoprano
Il Conte di Monterone: Daebum Lee, baritono
Marullo: Franco Montorsi, bass-baritone
Matteo Borsa: Matteo Benvenuti, tenore
Conte di Ceprano: Giulio A. Bocchi, basso
Giovanna: Gisella Leti, mezzosoprano
Contessa e Paggio: Liu Su, soprano

Coro dell’Opera di Parma diretto dal M° Emiliano Esposito
Orchestra “Città di Ferrara” diretta dal M° Lorenzo Bizzarri
Scenografia di Lorenzo Giossi
Costumi “Arte & Amicizia”
Regia di Eddy Lovaglio






Massimiliano FICHERA, baritono

Una voce calda, potente, un timbro veramente interessante con versatilità, elasticità e buona lama per affrontare ruoli impervi, quali sono quelli verdiani. 
Ha interpretato già innumerevoli volte il ruolo di “Rigoletto” sempre con grande successo, durante la sua brillante carriera si è esibito presso prestigiosi teatri tra i quali: Teatro dell’Opera di Roma, Rossini di Pesaro, Regio di Torino, Grande di Brescia, Petruzzelli di Bari, il Festival Pucciniano di Torre del Lago, il Sociale di Rovigo, il Municipale di Piacenza, Ente Luglio Musicale Trapanese, Nuovo di Spoleto e molti altri teatri di tradizione. All’estero: Cairo Opera House, Astana Opera in Kazakistan, il Bunka Kaikan di Tokyo, a Osaka, e in altre città del Giappone dove ha cantato un Tour del Barbiere di Siviglia con il tenore Antonino Siracusa e Sonia Ganassi. In Africa ha cantato alla Réunion con Fiorella Burato.
È stato il primo baritono al mondo che ha cantato a Doha il Barbiere di Siviglia, nel Quatar e ancora: Théatre du Casino di Ginevra, Siviglia, Lisbona, Barcelona, Parigi, Seoul, New York, Miami, al Teatro Poly di Pechino ha cantato Un Ballo in Maschera e ha tenuto master di canto presso il Conservatorio della stessa città. 
Ha collaborato con direttori tra i quali: Gianluigi Gelmetti, Nikša Bareza, Steven Mercurio, Marcello Rota, Roberto Tolomelli, Carl Martin, Bruno Aprea, Vittorio Parisi, Marcello Panni, Lorenzo Castriota Skanderbeg, Daniele Callegari, Amos Talmon, Daniele Agiman, Marco Balderi e Giampaolo Sanzogno. Tra i registi ricordiamo: Beppe De Tomasi, Filippo Crivelli, Francesco Esposito, Mauro Avogadro, George Pressburger, Michal Znaniecki, Marco Carniti e Antonello Madau Dias.
Ha collaborato con artisti come Carlo Cossutta, Andrea Bocelli, Lando Bartolini, Cecilia Gasdia, Maria Dragoni, Vincenzo La Scola, Nicola Martinucci, Ernesto Palacio, Barbara Hendricks, Renato Bruson, Katia Ricciarelli, Denia Mazzola Gavazzeni, Ghena Dimitrova, Francesca Patanè, Ganassi, Simone Alaimo, Siragusa e Rolando Panerai.

Rino Matafù, tenore
Voce generosa, espressiva e squillante. Il tenore Rino Matafù è una giovane promessa della lirica. Ventisette anni, nato a Savona, bella presenza.


Dopo essersi diplomato al Conservatorio di Genova, si esibisce in concerti in giro per il mondo. Rino Matafù studia attualmente con il tenore di Alassio Andrea Elena. 
La patria natia di Verdi ha già avuto modo di apprezzare la sua voce in occasione del 2° Roncole Festival Verdiano al quale Rino Matafù ha partecipato.
Ha già debuttato in importanti teatri come al Carlo Felice di Genova e in diversi ruoli: nel ruolo di Alfredo Germont nel 2016 al Teatro Ariston di Sanremo, nel ruolo del “Duca di Mantova” (sempre nel 2016), due ruoli a lui congeniali sia per vocalità importante e sia per presenza scenica. 
Un giovane emergente che ha tutti i presupposti per una brillante carriera. 

Annalisa DI CICCIO, soprano



Soprano lirico leggero di coloratura e dal temperamento accattivante. 
Ha ricoperto diversi ruoli in opera tra i quali: “La serva padrona”, la “Bohème” (Musetta), “L’Elisir
d’amore” (Adina), “Il flauto magico” (la regina della notte), “Falstaff” (Nannetta), “Il Barbiere di Siviglia” (Rosina) e Gilda in “Rigoletto”. 
Nel luglio 2015 ha cantato per “la notte dell'opera” in occasione del “Macerata Opera Festival”, ha partecipato come soprano solista nel concerto di apertura “Requiem” di Mozart della Settimana Mozartiana di Chieti diretto dal M° M. Bufalini ed è stata protagonista di un concerto nella Casa Abruzzo” EXPO Milano.
Si è esibita a “Uno mattina” su Rai Uno cantanto l’aria della “bambola” di Offenbach e vincendo il televoto con il 75% di preferenze. 
Nel 2015, 2016, 2017 tournée in USA esibendosi alla “Dante Alighieri Society Massachusetts”, al “Maxwell Auditorium” di Lexington MA, allo  “Sheraton” Spingfield MA, e altre tappe. 
Debutta nel ruolo di Gilda in “Rigoletto” nel febbraio 2017 al Teatro Regina di Cattolica diretta dal M° M. Sabbatini e poi al Teatro Sanzio di Urbino

Virginia E. McIntyre, Mezzosoprano


Nata negli Stati Uniti, ha ottenuto la prestigiosa laurea specialistica Bachelor’s of Music con lode presso Purchase University a NY, in seguito ha continuato a  perfezionarsi in Italia presso il conservatorio di Mantova dove si è diplomata con il massimo dei voti. Vincitrice e semifinalista di numerosi concorsi tra i quali il 1° premio Concorso Internazionale Don Matteo Colucci (Fasano), il 2° premio Gran Premio - Canto lirico (Civenna) ed il 3° premio Concorso Nazionale (Brindisi).
La sua estensione vocale le ha permesso d’iniziare la carriera come soprano prima di maturare e sviluppare la voce da mezzosoprano. Come soprano ha debuttato a New York nei ruoli di: Donna Elvira (Don Giovanni), La Ciesca (Gianni Schicchi), Papagena (Die Zaubeflote) e Rosalinde (Die Fledermaus). Ha partecipato al Laboratorio di Enzo Dara dove ha iniziato la sua carriera italiana debuttando in: Donna Eleonora in “Prima la Musica poi le Parole” di Salieri seguito dai ruoli di Vera (Nadea), Musetta (La Boheme), Santuzza (Cavalleria Rusticana), Liù (Turandot) ed il 13 luglio 2012 ha riscosso enorme successo con il ruolo di: Leonora (Il Trovatore) a Marghera(VE) in collaborazione con il Gran Teatro Fenice di Venezia.
Da 2013 affronta i ruoli da Mezzosoprano che richiedono sia la voce rotonda con note gravi scuri che gli acuti sfogati perfezionandosi nei ruoli di Preziosilla, Amneris, Eboli, Azucena, Ulrica, Laura (La Gioconda) e Maddalena in “Rigoletto”. 

Kiok Park, basso 
Si è laureato a Seoul (Corea del Sud), è residente a Milano dal 2014 e si è diplomato al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. Vincitore di numerosi concorsi, voce dal timbro deciso e possente. Dal 2008 ad oggi vari sono i ruoli debuttati: Sparafucile ne “Rigoletto” di Verdi, Inquisitore ne “Don Carlo” di Verdi, Dottore Grenvil ne “La Traviata” di
Verdi, Don Alfonso ne “Cosi Fan Tutte” di Mozart, Il Conte Rodolfo ne “La Sonnambula” di Bellini, Giorgio ne “I Puritani” di Bellini, Basilio ne “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini, Angelotti ne “Tosca” di Puccini, Colline ne “La Boheme” di Puccini, Lo Zio Bonzo ne “Madama Butterfly” di Puccini.




Daebum Lee, baritono
Non di minore importanza la voce di Daebum Lee che interpreta “Monterone”, baritono che ha ricoperto diversi ruoli solistici in Italia in questi ultimi anni, riscuotendo grande successo, tra i quali: nel febbraio e marzo 2016 nel ruolo di Giorgio Germont ne “La Traviata” al Teatro Montegrappa e al Teatro Micheli di Ferrara; nel ruolo di Sharpless in “Madama Butterfly”;  ha tenuto vari concerti e ruoli in opera a Milano, Vienna, Berlino e San Francisco, tra le opere: L’Elisir d’amore (Belcore), La Bohème (Schaunard), Rigoletto (Rigoletto), Un ballo in maschera (Renato), oltre al Requiem di Mozart e Requiem di Gounod. 

Bravi anche gli altri comprimari, come il baritono Franco Montorsi nel ruolo di Marullo, veterano ormai dei palcoscenici di tutto il mondo; Liu Su nel ruolo del paggio, Gisella Leti nel ruolo di Giovanna e Giulio A. Bocchi nel ruolo di Ceprano. 

Il coro dell’Opera di Parma (in pratica il coro del Teatro Regio di Parma) sarà diretto dal M° Emiliano Esposito e l’Orchestra Città di Ferrara (nata dalla volontà del Maestro Claudio Abbado), con la quale già da anni è nata una proficua sinergia, sarà diretta dal M° Lorenzo Bizzarri, affermato direttore d’orchestra le cui doti sono ormai riconosciute e apprezzate ovunque. 



La regia di Eddy Lovaglio presenta un Rigoletto tra la tradizione e l’interpretazione azzardata, ma non troppo, di un accostamento a Pirandello: “uno nessuno centomila”, ovvero le maschere che ognuno di noi indossa secondo le circostanze o secondo la visione che gli altri hanno di noi. Rigoletto in primis indossa la maschera del buffone di corte ma quando rientra a casa per tutti (e soprattutto per Gilda, sua figlia) è un buon padre. Il Duca di Mantova indossa la maschera di uno studente povero per ingannare Gilda, e lei indossa la maschera della brava figlia mentre amoreggia con lo studente che in lei vede una facile preda. Ogni personaggio di Rigoletto non è ciò che appare ed appare spesso ciò che non è. 

Il 12 luglio 2017 
Si chiude la stagione di eventi estivi realizzati da Parma OperArt, nei giardini della Reggia di Colorno, con un concerto di grande importanza e prestigio: “Recital del M° Roberto Cappello”


La chiara fama del M° Roberto Cappello, affermato pianista concertista a livello internazionale, ed ex-direttore del Conservatorio “A. Boito” di Parma, spesso chiamato a presiedere giurie di concorsi pianistici nazionali ed internazionali, supera qualsivoglia biografia ed elenco delle innumerevoli esibizioni della sua carriera artistica ai vertici dell’arte interpretativa del concertismo. 
Una tecnica trascendentale, una raffinatissima sensibilità artistica e spirituale, un costante impegno culturale e intellettuale nella scelta del repertorio volto a esaltarne i più alti contenuti.
Nel recital alla Reggia di Colorno il M° Roberto Cappello si esibirà in uno dei repertori che meglio possono esaltare la sua arte: le musiche di George Gershwin. 

Al suo fianco un giovane talentuoso saxofonista, il M° Roberto Vignoli, che ci trasporterà dalla Hollywood di Gershwin a Brodway e Manhattan. 
Musiche di Piazzolla e Molinelli.


Info e biglietteria: Parma OperArt, info@parmaoperart.com, cell. 393 0935075
Reggia di Colorno, reggiadicolorno@provincia.parma.it, Tel. 0521 312545
Costi: “Rigoletto” euro 25,00 I° settore, euro 20,00 II° settore
“Soul-Jazz Dance”: 15,00 euro posto unico – “Recital M° R. Cappello”: 15,00 euro. 



Nessun commento:

Posta un commento