venerdì 28 agosto 2015

IL BARITONO QUANTICO CHE AMA FILOSOFEGGIARE E PARLA 5 LINGUE


Si è diplomato al Conservatoire Supérieur de Genève e  laureato in Musicologia e Letteratura Tedesca all’Università di Ginevra. Ha vinto  numerosi concorsi internazionali come Marmande 96-97, Voix Nouvelles 98, Voix d'Or 99, Giuseppe Giacomantonio 2000 e Toulouse 2001, ha proseguito la sua preparazione musicale frequentando masterclasses con Lorraine Nubar, Thomas Hampson, Alain Fondary e Katherine Ciesinski.
La  sua carriera  è decollata e il baritono Richard Rittelmann ha cantato nei teatri più importanti del mondo dal Teatro Regio di Torino all'’Opéra Comique di Parigi, passando per Taiwan per ritornare in Danimarca senza perdere l'occasione di esibirsi nella terra del Dragone. Ha lavorato con registi molto importanti da Hugo de Ana ad Alagna solo per citarne due.
Baritono acclamato dal pubblico e riconosciuto tra i migliori dalla critica, senza dubbio oltre ad essere un grande artista è un uomo di notevole simpatia, cultura e apertura mentale, tutti questi ingredienti lo rendono speciale . Presto si esibirà in California in occasione del Bullismo Day e ama definirsi un baritono quantico. A brevissimo verrà messo in commercio il CD inciso con il soprano Diana Damrau.

D: Com'è nata la tua passione per il canto lirico?

R: A 11 anni avevo la voce da soprano e il Maestro del coro in cui cantavo mi chiese se volessi fare una parte in un'opera di Wagner. Entrando in questo mondo, seppur timido, mi sono sentito da subito in famiglia. A 16 anni ho frequentato lezioni di canto, poi ho partecipato a vari concorsi e via via la mia carriera ha iniziato a delinearsi.

D: Nel tuo repertorio si evidenziano maggiori compositori esteri: hai una predilezione per loro e meno per quelli italiani?

R: Assolutamente no ! Mi piacciono tutti ! Il punto è che lavoro molto all'estero in Paesi come Svizzera, Germania e Austria. Ho" cantato" Rossini Figaro ne Il Barbiere di Siviglia, Dandini ne "La Cenerentola, Puccini nel ruolo di Marcello in Bohéme e molti altri.



D: Parlami del tuo debutto al Teatro Regio di Torino; l'emozione che non scorderai mai?

R: Ho interpretato Alberti in Werther con la regia di Alagna. E' stato formidabile. Tutti mi dicevano che mi sarei trovato in un teatro molto grande, con un vasto pubblico e che sarebbe stato  facile entrare in panico. Appena salito sul palco tutta la mia paura si è volatilizzata come per incanto. Ero perfettamente a mio agio . Inoltre al Regio mi sono trovato bene. Tutti sono competenti nelle loro mansioni e l'atmosfera è molto familiare, sanno farti sentire il calore di casa. Ottimo teatro a 360°.

D: Qual è il compositore italiano che più apprezzi?

R: Puccini ! E' sempre attuale e la sua musica è un massaggio vocale.Non mi stanco mai di cantare Puccini, anche a Nizza ho cantato in Turandot e mi lascio trasportare dalla sua musica che tocca le sfere più profonde dell'anima: è come vedere un film italiano che si addentra sempre nei meandri più nascosti dell'essere umano. La musica di Puccini è un balsamo per l'anima.

D: Parlami delle tue esperineze nella terra del Dragone?

R: Ho cantato spesso in Cina , a Shanghai e in altre città . Là le persone sono rispettosissime . Amano quest'arte italiana del Belcanto e conoscono tutto di ogni artista che si esibisce là, anche il CD che magari non è più venduto in Europa loro lo comprano , ti chiedono l'autografo e sono molto calorosi. Apprezzano l'arte che porti.



D: In quali teatri europei vorresti debuttare?

R: Sono attratto al Liceu di Barcellona e la Scala di Milano.

D: Mentre nel Sol Levante ed in Sud America hai già lasciato traccia?

R: Si ho cantato in Giappone , in Cile e mi sono trovato benissimo benchè le due culture siano differenti, ma ambedue amanti della lirica. Conoscono tutto di te e delle  opere . Sono molto affettuosi.

D: Anticipami qualcosa sul tuo attesissimo appuntamento a San Francisco?

R: Si canterò nello spettacolare Golden Gate Theatre  un'opera di Menotti dal titolo The Boy Who Grew Too Fast. Sei mesi fa feci un'audizione e ora mi hanno chiamato per l'opera in oggetto. L'evento sarà molto importante con forte risonaza mediatica , poichè è nel periodo del Bullismo Day , che si celebra il 12 ottobre di ogni anno.

D: Presto verrà messo in commercio un CD con te e il soprano Diana Damrau, racconta

R: Si, a presto si potrà acquistare questo CD che è veramente bello e non anticipo nulla per lasciar gustare in pieno musica  e canto. Con Diana , che è una vera tedesca che non si stanca mai, lavora senza sosta , viaggia in continuazione e anche se stanchissima è sempre una star.Un vera macchina da guerra . Grande donna e grande artista, un'antidiva per eccellenza. Lavorare con lei è stato un vero piacere.



D: Chi sei nel privato?

R: Sono un uomo semplice che ama viaggiare e conoscere culture diverse, poichè ritengo aiuti ad aprire la mente. Mi piace incontrare nuove persone e paralre di tutto compresa la filosofia. Parlo 5 lingue e amo definirmi un baritono quantico che si adegua dalla musica barocca a quella contemporanea. Ascolto tutti i tipi di musica e mi piace tanto quella moderna.

Web Site: http://richard-rittelmann.com/

Intervista di Alessandra Giorda
del Televisionario2

lunedì 24 agosto 2015

AUDIZIONE : Toyota City Concert Hall (Giappone) in collaborazione con musicaRivafestival


Toyota City Concert Hall (Giappone)  in collaborazione con musicaRivafestival indice audizioni per l’esecuzione dell’opera La Bohème di G. Puccini per i ruoli: MIMI’, MUSETTA, RODOLFO, MARCELLO, SCHAUNARD, COLLINE   (novembre 2016)


I partecipanti devono aver già eseguito l’opera nei  suddetti ruoli.

La scelta dei ruoli, tra quanti sosterranno l’audizione, sarà ad insindacabile giudizio del Produttore ufficiale della Toyota City Concert Hall,  Hiro Hadame.

La quota di iscrizione è pari ad Euro 50,- (cinquanta/00), al netto delle commissioni bancarie e non è rimborsabile.
La procedura di iscrizione prevede la compilazione online della domanda sul sito internet www.musicarivafestival.com , nella sezione AUDIZIONI,  entro il 29 ottobre 2015.

Le audizioni si svolgeranno dal 31 ottobre  al 2 novembre 2015  presso l’auditorium del Conservatorio  F. A. Bonporti, largo Marconi 5 – 38066 Riva del Garda – TN

Per informazioni, contattare:
musicaRivafestival
+39 0464 554073
info@musicarivafestival.com

martedì 18 agosto 2015

Audizioni per stagione 2015/16 del Circolo della Lirica e dell'Ass.Artes

Audizioni per stagione 2015/16 del Circolo della Lirica e dell'Ass.Artes
30 Agosto 2015
Palazzo Zacco Armeni sede Circolo Unificato dell'Esercito - Padova (Prato della Valle)

 Scadenza iscrizioni: 22 Agosto 2015
     Quota di iscrizione: 50.00 €
     Limite di età: 45


L’associazione Circolo della Lirica di Padova in collaborazione con l’Associazione Artes organizza audizioni per cantanti lirici per l’assegnazione di:
- concerti nella stagione 2015-2016 del Circolo della Lirica di Padova
- concerti nella stagione 2015-2016 dell’Associazione Artes.
- N. 1 borsa di studio “M°Gianfranco Danieletto” al miglior tenore
I premi verranno assegnati a discrezione insindacabile della commissione sia ai migliori allievi della masterclass sia ai candidati iscritti per le

venerdì 7 agosto 2015

Italian Opera: Sarah Chirici e Nicola Vocaturo in concerto al Museo Bardini



Presso la bellissima location del Museo Stefano Bardini, in via dei Renai, 37 a Firenze, riprendono i concerti lirici per soprano e tenore con arie d'opera e duetti, con i cantanti più prestigiosi di O.M.E.G.A. Protagonista del prossimo appuntamento, venerdì 14 agosto alle ore 18.30, è il soprano Sara Chirici, reduce dai successi riscossi al teatro al S. Carlo di Napoli e sul piccolo schermo nella Serie i Raccomandati. Accanto a lei la voce del tenore Nicola Vocaturo, interprete magistrale, che dopo aver calcato molti parchi e festival italiani arriva a Firenze per accompagnarla in duetti tratti dalla Traviata, dalla Bohème e altre famose tracce dell'opera lirica e della canzone napoletane.
L'Associazione O.M.E.G.A. si è costituita nel 2004, con lo scopo di diffondere la musica classica e lirica nei luoghi anche distanti dalle grandi province, coinvolgendo un sempre più vasto pubblico di ascoltatori; la sua attività è rivolta infatti non solo ad esperti cultori di questa Arte, ma anche a chi desidera per la prima volta avvicinarsi ad un ascolto guidato di musica classica. Grazie anche alla scelta dei brani proposti, molto spesso accattivanti, con spiegazioni sia delle musiche che dei loro compositori, l'associazione è riuscita oggi ad ottenere un successo strepitoso.
Il costo del biglietto d'ingresso è di 10 euro, ma sono previste riduzioni per studenti e over 65, mentre i bambini sotto i 12 anni entrano gratis.

giovedì 6 agosto 2015

La vita di Steve Jobs diventa un’opera lirica nel 2017

Si chiamerà 
“The Revolution of Steve Jobs” e verrà rappresentata nei teatri americani nel 2017.

            Andreste a vederla?
Danny Boyle e Aaron Sorkin non sono gli unici ad avere in cantiere la messa in scena della vita del fondatore della Apple Steve Jobs: la Santa Fe Opera, infatti, porterà sul palcoscenico le sue vicende nella forma di un’opera in arrivo negli Stati Uniti nel 2017.
A scrivere la rappresentazione teatrale titolata The Revolution of Steve Jobs sarà il compositore della Chicago Symphony Orchestra Mason Bates, noto per il suo lavoro che mescola musica classica ed elettronica. Il libretto racconterà la battaglia contro la malattia di Jobs in maniera non cronologica come farà anche il film scritto da Sorkin in uscita in autunno.
Fonte.WIRED.IT

mercoledì 5 agosto 2015

Opera Europa organizza il "Forum di Marketing & Comunicazione" per gli addetti ai lavori

Opera Europa organizzerà un Forum di "Marketing e Comunicazione" presso il Gran Teatre del Liceu a Barcellona, dal 15 al 17 ottobre. Il Forum si propone di condividere le esperienze e le migliori pratiche per aiutare a sviluppare i membri dell’Opera Europa .
 Opera Europa organizzerà un Forum di Marketing e Comunicazione al Liceu
Nel  "Forum di Marketing e Comunicazione" si cercherà di approfondire le proprie conoscenze sul marketing, vendita e comunicazione, fornendo una prospettiva internazionale per aiutare a capire il mondo della lirica in un contesto più ampio, a proporre nuove idee che i membri possono applicare in fase di gestione dei suoi teatri e creare una rete.

Il  "Marketing Forum Comunicazione" sarà uno strumento per le aziende e teatri partecipanti per aiutarli a comprendere la nuova situazione in cui operano, con nuovi canali, nuovi problemi e nuovi concorrenti per l'opera nel XXI secolo. Il Gran Teatre del Liceu è anche il luogo d’incontro del forum, con il fine di analizzare tutti questi temi (sviluppo delle indagini, il benchmarking, la segmentazione del mercato, etc.).

Le iscrizioni al  "Marketing, Communication Forum"  si apre nel mese di settembre. 
L'obiettivo è sopratutto di condividere le esperienze e la buona pratica e di contribuire in questo modo al miglioramento, in particolare da quattro punti di vista.

Vogliamo fornire l'opportunità per approfondire le conoscenze in materia di marketing, comunicazione e vendita.

Vogliamo servire da piattaforma con apertura internazionale ponendo il lavoro proprio e del proprio teatro, all'interno di un contesto più ampio.

Vogliamo che ognuno possa ritornare a casa con qualche buon consiglio e qualche idea pratica ispirata dalle nostre riunioni.

Vogliamo creare un network che consenta a tutti di offrire un consiglio, di chiedere un parere e di lavorare insieme sulle varie questioni che ci interessano.

In un mondo come il nostro che cambia continuamente è fondamentale essere in grado di porre il vostro teatro all'interno di un contesto più ampio. I teatri e l'opera in generale non operano più nelle stesse condizioni di appena qualche anno fa. Le nuove opportunità emergono regolarmente, così come i nuovi canali, le nuove abilità e i nuovi concorrenti.

Come si gestiscono i teatri con i tanti cambiamenti e con le nuove condizioni?
Come ha fatto chi ha affrontato i grandi cambiamenti a gestirli con successo?
Come conserviamo il nostro pubblico e come lo incoraggiamo a venire più spesso in teatro?
Come possiamo incrementare i ricavi?
Come possiamo usare la comunicazione per attirare dei nuovi visitatori?

Al nostro forum specialistico al Gran Teatre del Liceu di Barcellona avrete la possibilità di partecipare alle discussioni focalizzate su questi temi. Parleremo dei recenti progetti di sviluppo a Barcellona, di sondaggi, di analisi comparativa, di segmentazione del mercato, di CRM, di prezzi, di management, e daremo un'occhiata ai risultati! Con l'occasione sarà inoltre possibile ascoltare come il Covent Garden, la Deutsche Oper Berlin e la Dutch National Opera lavorano in relazione a queste tematiche.

Non perdete questa fantastica opportunità. Ci vediamo a Barcellona in ottobre!
Ing-Marie Persmo
Presidente del gruppo direttivo del forum Marketing & Comunicazione

Marketing e comunicazione sono al principio del successo per le organizzazioni liriche e per gli addetti ai lavori.

Le iscrizioni apriranno subito dopo l'estate!

Per ulteriori info e iscrizioni consulta: Opera Europa
Fonte: Opera Europa

Nasce il "Tripadvisor della lirica": recensioni e classifiche con l'app Operadvisor



Si chiama Operadvisor e per la lirica svolge la stessa funzione di Tripadvisor. Disponibile gratuitamente dal 5 agosto tanto sul market di Android, quanto su quello di Apple, secondo gli ideatori - il forlivese Fabio Tassinari insieme a un gruppo di musicisti che dedicano alla produzione di opere liriche - metterà a disposizione di «appassionati, melomani e operatori del settore un’applicazione interamente dedicata all’opera lirica».


L’app fornirà informazioni su registi, cantanti, direttori d’orchestra, calendario degli eventi. E proprio come avviene su Tripadvisor, gli utenti registrati potranno scrivere le loro ”review”, i giudizi e le recensioni (è da questo nasce anche una classifica dei top 20 dei cantanti).