venerdì 28 aprile 2017

La strana storia di Anna Bolena alla Scala di Milano



Dopo 35 anni ritornava Anna Bolena alla Scala di Milano, e come fu in quell’ultima occasione, ritornano anche le polemiche che l’avevano in qualche modo accompagnata.
Inguardabile, impresentabile, inaccettabile e chi più ne ha più ne metta. Questo è stato a buon vedere il risultato ottenuto alla première di quest’ultima attesa produzione alla Scala di Milano.

Una prima recita segnata da un pubblico che ha voluto a suon di disapprovazioni decretare l’insuccesso soprattutto all’indirizzo delle scelte registiche e dell’edizione musicale proposta. Contestazioni e polemiche poi riprese con altrettanta veemenza alla successiva produzione proposta dal teatro stesso de “La Gazza ladra” di Rossini, a completarne un quadretto non certo fra i più riusciti del cartellone scaligero di Aprile 2017. Questi episodi così ravvicinati fanno comunque riflettere.



Fa riflettere infatti non proprio l’accaduto a sé stante, ma piuttosto che la medesima situazione si sia presentata, quasi in fotocopia, in ben due diverse produzioni proposte dal Teatro stesso nell’arco di pochissimi giorni per due titoli da tempo non rappresentati a Milano: quasi come uno strano presagio annunciato a priori che doveva esserci, essere e c’è stato.

Dopo averne appreso la critica attraverso giornali, e poi anche grazie ai siti, blog, forum, social network e affini che danno voce a tutto e tutti, me compreso, in consapevolezza di questo clamore creato intorno agli eventi, mi reco al Teatro alla Scala per prendere visione di “Anna Bolena” giunta alla sua sesta e penultima recita il 20 aprile 2017. Con tanti pensieri negativi in testa e con l’idea fissa di assistere in qualunque modo a uno spettacolo che di spettacolo in se avrebbe davvero avuto ben poco o nulla.
Ma, con mia sorpresa, non sarà infine proprio tutto così. Ecco di seguito il mio personale resoconto, partendo subito però da una prima dolente nota confermata.

Il plumbeo impianto scenico proposto da Marie- Louise Bischofberger proveniente dal teatro di Bordeaux che dall’apertura del sipario sarò costantemente presente con qualche minima variante in corso d’opera, insidia subito il forte timore di quanto era stato raccontato. Senza entrare nello specifico dei particolari già ampiamente riportati in altre pagine, ci si può limitare a dire che il tutto il suo insieme lascia spazio solo al rimpianto per qualcosa di nuovo che poteva starci ed esserci ma che purtroppo è venuto a mancare così come la regia in sé, apparsa poco più che accennata in alcuni sporadici momenti quanto profondamente assente in altri. Si dovrà quindi attendere una prossima occasione per vedere davvero un allestimento degno di questo capolavoro di Donizetti.



Sul fronte vocale c’è da premettere che per quanto, ad eccezione della giovane protagonista, i nomi di rilievo ed esperienza non mancassero, la sensazione complessiva è stata quella che non tutti fossero visibilmente a loro agio, a ben donde, in questo contesto registico e musicale.

Non per questo un seppur buon risultato complessivo è venuto a mancare a partire proprio dalla incoraggiante prova del talentuoso soprano Federica Lombardi, dotata di mezzi assai importanti e di evidente personalità scenica. Certo, la mancanza di una prima donna di rilievo che poteva rispondere come i vertici della Scala avevano inizialmente pensato al nome di Anna Netrebko, passando poi dalle prime recite del soprano russo Hibla Gerzmava, può essere rimasto deluso nel non trovarsi davanti a un nome da prima pagina in un titolo profondamente incentrato sulla protagonista stessa. Ma il giovane soprano ha molto ben figurato e si è dimostrata all’altezza del ruolo e dell’importante palcoscenico facendo sfoggio di una linea tecnica e di canto pulita e gradevole evidenziata in tutti i momenti dell’opera, soprattutto nella drammaticità del finale. Prodotto nostrano appartenente all’Accademia della Scala, a cui va riconosciuto il merito di averci creduto, convince pienamente al primo ascolto e se le premesse qui sentite saranno mantenute nel tempo, avrà sicuramente garantito un futuro cristallino.

Il tenore Piero Pretti ha dimostrato di possedere una padronanza assoluta del proprio mezzo. Convince appieno il suo Percy per fraseggio, musicalità e colore vocale con acuti sicuri e ben proiettati sui quali costruisce gran parte del suo successo personale nella serata.



Ottima la prova di Carlo Colombara nei panni di Enrico VIII, che pare aver pienamente recuperato i suoi standard dopo una bronchite con la quale aveva dovuto convivere durante la prima recita. Il basso ha potuto rimettere così in evidenza il velluto del suo timbro e la sicurezza del suo canto anche nelle note più acute.


Non da meno la Seymour di Sonia Ganassi che si è consolidata ancora una volta come una delle migliori voci interpreti del ruolo. Una prova sempre rassicurante per tecnica, fraseggio preciso ed emissione chiara e limpida.

Buone prove anche per lo Smeton di Martina Belli, il Lord Rocheford interpretato da Mattia Denti così come per il Coro sempre molto ben preparato dal Maestro Bruno Casoni.

Tutt’altro che da ricordare invece la direzione del Maestro Ion Marin al quale oltre alle scelte discutibili sui tagli effettuati, ha tenuto fin troppo sostenuta, sia in termini di velocità che di volume del suono, la sempre e comunque ottima orchestra della Scala, questa volta innocente colpevole del forte risultato sonoro che ne è scaturito.

Applausi finali dai toni in verità piuttosto blandi con la sensazione a pelle che questa produzione si sia ascoltata, probabilmente per troppe serate e forse condizionati dall’esito della prima, più con gli occhi che con le orecchie.


Album Fotografico: Foto di Marco Brescia & Rudy Amisano
Recensione a cura di Riccardo Ferrari

ALMA Music Project - (Seminario direttori e solisti) Il Workshop è condotto da 3 Big del Gospel Internazionale









Nella splendida e suggestiva cornice di Riva del Garda, si tiene  quest'anno a grande richiesta e per la prima volta un seminario interamente pensato per direttori e solisti della musica gospel.

Un'occasione unica di lavorare a stretto contatto

con  i migliori talenti della musica gospel a livello internazionale.





Contenuto dei corsi presentato dai nostri docenti:

Corso per solisti con Pastor Ron Hubbard
Quando cantiamo la musica gospel dobbiamo sempre tenere presente che non si tratta solo di mettere insieme testo e musica: stiamo veicolando un messaggio di vita speranza e amore. Per fare questo in modo efficace non basta quindi cantare bene!Occorre portare questo messaggio con tutto il nostro essere.Il seminario che propongo nasce dal desiderio di condividere la mia personale esperienza:  come ho imparato a proporre in modo esplosivo ed efficace, sia in Chiesa che sul palcoscenico, il mio essere un Pastore gospel e insieme un interprete preparato.Teoria e pratica in un percorso davvero formativo. Fra i tantissimi argomenti: la preparazione mentale e vocale; e anche la costruzione del personaggio, la consapevolezza dell'ambiente, il coinvolgimento del pubblico, stili e improvvisazioni, imprevisti e opportunità.
Canteremo, canteremo e ancora canteremo.
Se davvero è tua intenzione essere un solista di musica gospel, non puoi assolutamente mancare!"



Corso per direttori con Min. Trini Massie



1-LET’S WARM UP
1- Impareremo le varie tecniche di riscaldamento vocale e i loro effetti sulla voce.
I partecipanti impareranno come proporre in modo efficace al coro il riscaldamento tramite nuovi e vecchi esercizi.

2-QUINDI VUOI ESSERE UN DIRETTORE?
I partecipanti esploreranno la storia della direzione nella muisca gospel. Esamineremo gli effetti che il gesto e la postura del direttore esercitano sul risultato vocale corale. Vedremo i vari stili di direzione: dal classico al moderno, dal gesto in fase di preparazione e in fase di esecuzione concertistica.
Ogni giorno faremo esercizi pratici sul miglioramento delle capacità di direzione

3-NON IMPORTA COSA C'E' NEL PACCHETTO. CONTA COME IL PACCHETTO SI PRESENTA!
I direttori esploreranno l'importanza di come pressentare nuovi brani. Come insegnarli in modo efficace. Come insegnare brani difficili, o brani con stili diversi da quelli consueti.
Vedremo come una stimolazione efficace e istruzioni precise possono migliorare sia gli obiettivi che l'apprendimento durante le prove.

4-NUOVO REPERTORIO
Vi presenterò una serie di brani nuovi da portare ai vostri cori, con spartiti e indicaziooni pratiche di direzione.



Maestro Accompagnatore Rodney Hubbard



Cresciuto nella casa di un Pastore, Rodney possiede un talento naturale per molti strumenti, ma in particolare eccelle nella tastiera e nell'organo.
I suoi studi includono un approfondito training musicale presso prestigiose scuole fra cui: The Cleveland School of Arts, The Cleveland Music School Settlement, The Cleveland Institute of Music, The Manhattan School of Music, eInterlochen Music Academy. Rodney ha ricevuto riconoscimenti importanti in campo artistico, fra cui anche il premio quale 'Primo Musicista' dal Tri-C Jazz Festival nel 1990.
Ha suonato al fianco di molti artisti e gruppi di fama internazionale fra cui Jame Moore, Douglas Miller,Men at Large, The Rude Boyz, Jodeci, Mary J. Blige, The Williams Brothers, The Mississippi Mass Choir, Bobby Womack e con molti ancora.
 Insieme ai fratelli Ron Hubbard e Robert Hubbard Jr., ha creato due importanti realtà artistiche: la '4Real Productions', nata nel 1995, e la 'Rodhubb Music', nata nel 2002
per la distribuzione delle sue produzioni personali.
Attualmente Rodney Hubbard è Direttore Musicale
della Chiesa del Pastore R.A. Vernon a Maple Heights, Ohio.


Costi e Modalità d’iscrizione

ISCRIZIONE AL WORKSHOP
220,00 a persona
La quota  va perfezionata entro 10 giorni dall'iscrizione.
​​La quota include la partecipazione ai corsi e alla cena di giovedi 13 luglio, 
gli spartiti e il materiale di studio.
NON E' PREVISTA LA PRESENZA DI UDITORI
IL CORSO E' A NUMERO CHIUSO: le iscrizioni vanno fatte entro il 30 maggio

MODALITA' DI PAGAMENTO
Tramite bonifico su conto corrente intestato ad ALMA Music Project Sas
IT89X0306909465625019331880

RIMBORSO QUOTA in caso di mancata partecipazione:
- Ritiro iscrizione entro il 30 aprile: rimborso totale
- Ritiro iscrizione entro il 30 maggio: rimborso del 50%


La mancata partecipazione, a qualunque titolo, non da' diritto al rimborso della quota. 


Per ulteriori informazioni e iscriversi visitare il sito web: https://www.almamusicproject.it/copia-di-seminari

mercoledì 19 aprile 2017

Concorso Lirico Internazionale “Adriana Maliponte” - Prima Edizione, 2017 a Milano

PRIMA EDIZIONE 

Concorso Lirico Internazionale

“Adriana Maliponte”

22, 23, 24 Giugno 2017, Milano (MI)

indetto 

dall'Associazione 

Artistico Culturale Italiana 

"International Vocal Training Coaching" 

di Milano

Presidente: Sung-Hwa Hong

https://www.assivtc.org/


Soprano Adriana Maliponte

Regolamento

Art. 1  Possono partecipare al concorso cantanti di tutte le nazionalità, senza alcun limite di età.

Art. 2  Per partecipare al concorso è necessario effettuare una ISCRIZIONE ONLINE attraverso in sito www.assivtc.org , Entro il 16/06/2017.

I Concorrenti dovranno :
- Compilare la Domanda presente sul sito www.assivtc.org
- Versare la quota d’iscrizione pari a Euro 80,00 da pagarsi con una delle seguenti modalità:
Bonifico sul conto corrente intestato a ASSOCIAZIONE ARTISTICO CULTURALE ITALIANA INTERNATIONAL VOCAL TRAINING COACHING (Si prega di inserire nell’intestazione del beneficiario il nome per intero.)
IBAN : IT79C0558401609000000036695  con causale : Iscrizione del Concorso
BIC/SWIFT : BPMIITM1009
BANCA : Banca Popolare Di Milano S.P.A_Ag.9_Piazzale Loreto Ang. Corso Buenos Aires, 79
- Inviare all’indirizzo : info.assivtc@gmail.com - Una Copia della ricevuta di pagamento, Una Copia del documento d’identità, e Un Curriculum artistico.

Art. 3  I Candidati sono tenuti a presentare 3 (tre) arie d’opera complete. I’intero programma a memoria e in lingua originale, di cui almeno 1 (uno) dovrà essere in lingua italiana.

Art. 4  Svolgimento delle prove
Il concorso si articolerà in tre prove:
- Prima Prova (fase Eliminatoria) : alla Sala “La Cordata” (via San Vittore 49, 20123 Milano) il 22, 23 Giugno 2017, dalle ore 9. Il candidato/a dovrà eseguire un’aria a sua scelta tra le tre presentate.
- Seconda Prova (fase Semifinale) : alla Sala “La Cordata” (via San Vittore 49, 20123 Milano) il 23 Giugno 2017, dalle ore 15. Il candidato/a dovrà eseguire un’aria a scelta dalla Commissione tra le due rimanenti.

- Terza Prova (fase Finale / Concerto) : all’Auditorium Lattuada (Corso di Porta Vigentina 15/a, 20122 Milano) il 24 Giugno 2017, dalle ore 18. Il Candidato/a dovrà eseguire un’aria a scelta dalla commissione tra le tre presentate.

Art. 5  È data la possibilità di concorrere solo per la sezione per il premio speciale musica vocale da camera : in questo caso si richiederà il versamento di Euro 40,00 quale quota d‘iscrizione. I candidati sono tenuti a presentare 3 (tre) brani, I’intero programma a memoria e in lingua originale, di cui tutti brani dovranno essere da ‘800 a ‘900 e almeno un brano dovrà essere in lingua italiana.

Art. 6  Svolgimento delle prove per il premio musica vocale da camera
Il concorso si articolerà in due prove:
- Prima Prova (fase Eliminatoria) : alla Sala “La Cordata” (via San Vittore 49, 20123 Milano) 23 Giugno 2017, dalle ore 9. Il candidato/a dovrà eseguire due brani.
- Seconda Prova (fase Finale / Concerto) : all’Auditorium Lattuada (Corso di Porta Vigentina 15/a, 20122 Milano) il 24 Giugno 2017, dalle ore 18. Il Candidato/a dovrà eseguire un brano a scelta dalla commissione tra le tre presentate.

Art. 7  La commissione esaminatrice sarà così articolata:

Presidente della Commissione
MAESTRA ADRIANA MALIPONTE : Celebre Soprano, Il Presidente onorario dell’Assiciazione Artistico Culturale Italiana “International Vocal Training Coaching”

Membri della giuria :
SUNG-HWA HONG : Basso, Il presidente dell’associazione Artistico Culturale Italiana “International Vocal Training Coaching”
ILARIO NICOTRA : Music Coach, Docente di Vocal Coach presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano e il Conservatorio di Musica “D.Cimarosa” di Avellino
MATTEO BELTRAMI : Direttore d’Orchestra, Direttore musicale del Teatro Coccia di Novara
RENATO BONAJUTO : Regista e casting manager della Fondazione Teatro Coccia

Art. 8  Votazioni
Il giudizio della Commissione è inappellabile e insindacabile. I giudizi della Commissione saranno espressi in SÌ / NO (Prima prova – fase eliminatoria) e voti in DECIMI (Seconda prova – fase semifinale e Terza prova – fase finale).
Le votazioni saranno a scrutinio segreto.

Art. 9  Premi
Saranno Attribuiti i seguenti premi

Premi
Primo premio : € 1200
Secondo premio : € 800
Terzo premio : € 500

Premi speciali
Premio speciale “Giovane talento” : € 300
Premio speciale “Musica vocale da camera” : € 300
Premio speciale “Lirica World” Per Il Talento

Art. 10   Il premio “Giovane talento” verrà assegnato al cantante participante che non abbia superato il 25° anno di età.

Art. 11  Premio "Lirica World per il Talento"
Nello specifico, il primo classificato avrà in omaggio 3 mesi di pubblicità nel web, in cui verranno realizzate interviste, articoli, recensioni e diversi format che verranno pubblicate su tutti i nostri social network e nei vari siti di article marketing dedicati al Teatro e all’Opera Lirica. Inoltre, verranno divulgate e pubblicizzate tutte le possibili attività artistiche del vincitore.
“Lirica World per il Talento” si schiera dalla parte dei giovani, i futuri portatori sani dell’Opera Lirica e della cultura italiana nel mondo.
Oltre al Marketing e Pubblicità, l'agenzia Lirica World si impegnerà sin da subito a trovare opportunità in progetti di altri Enti Lirici, affinche l'artista possa iniziare ufficialmente la sua carriera artistica operistica.

Art. 12  Verrà consegnato un Attestato di merito ai vincitori e ai finalisti. La mancata partecipazione dei finalisti al Concerto Finale e alla premiazione comporta l’annullamento del premio stesso.

Art. 13  L'ordine di chiamate alle prove sarà deciso a discrezione della commissione giudicatrice per ordine alfabetico o mediante estrazione della lettera. I concorrenti che risultassero assenti all'appello saranno esclusi dal concorso, salvo che il ritardo sia comprovato da giustificati motivi di forza maggiore e non sia già terminata la prova eliminatoria.

Art. 14  Ai concorrenti sarà messo a disposizione un pianista accompagnatore. Dovrà presentarsi munito di copia degli spartiti per il pianista accompagnatore.

Art. 15  I concorrenti saranno comunque liberi di essere accompagnati da un pianista a loro scelta; in questo caso, le spese saranno interamente a loro carico.

Art. 16  La commissione durante le prove eliminatorie sarà composta da almeno 5 giurati, salvo imprevisti. Il presidente si riserva la facoltà di apportare modifiche al presente regolamento. In tal caso, sarà cura dell‘organizzazione darne tempestiva comunicazione agli interessati, tramite e-mail e verrà restituita la quota d’iscrizione. Ha facoltà di annullare il concorso qualora cause indipendenti dalla propria volontà ne impedissero.

Art. 17  L'organizzazione si riserva di poter riprendere in audio o in video tutto o in parte lo svolgimento del concorso senza dover alcun compenso ai concorrenti. La partecipazione al concorso implica la liberatoria per l'utilizzazione delle performance vocali per uso internet o social network.

Art. 18  Non si assumono responsabilità di rischi o di danni di qualsiasi natura che dovessero derivare ai concorrenti durante il periodo dell’intero concorso.

Art. 19  In caso di mancata partecipazione al Concorso, la segreteria non sarà tenuta, in nessun caso, al rimborso della quota d’iscrizione già versata.



Info Online : www.assivtc.org

mercoledì 12 aprile 2017

“MASTERCLASS DI CANTO LIRICO E INTERPRETAZIONE PER L’AZIONE SCENICA ESPRESSIVA DELL’OPERA LIRICA CAVALLERIA RUSTICANA DI PIETRO MASCAGNI”.

BANDO “MASTERCLASS DI CANTO LIRICO E INTERPRETAZIONE PER L’AZIONE SCENICA ESPRESSIVA DELL’OPERA LIRICA CAVALLERIA RUSTICANA DI PIETRO MASCAGNI”.

1 GIUGNO / 10 GIUGNO 2017

Scadenza Iscrizioni: 20 maggio 2017
 

L’Associazione Parma OperArt indice una MASTERCLASS di preparazione al DEBUTTO DELL’OPERA LIRICA “CAVALLERIA RUSTICANA” di P. Mascagni che andrà in scena Sabato 10 giugno 2017 al Teatro VERDI di BUSSETO.


REGOLAMENTO

ART. 1.
L’ AUDIZIONE per partecipare alla Masterclass è gratuita e si svolgerà giovedì 1 giugno 2017 nei locali dell’Accademia di Busseto (Piazza Verdi, di fianco al teatro), dalle ore 10.30 alle ore 18.30. Per partecipare all’audizione è necessario inviare la propria iscrizione via email a info@parmaoperart.com con i propri dati, il ruolo per il quale ci si presenta e la romanza che si eseguirà in audizione. A fine giornata saranno comunicati i nomi di coloro che verranno selezionati per frequentare la masterclass e debuttare l’Opera di Mascagni.

ART. 2
Chi si presenta in audizione è tenuto, se selezionato, a frequentare la Masterclass di preparazione al debutto dell’opera “Cavalleria Rusticana” al costo di euro 400,00 che dovranno essere pagati entro le 24 ore. Chi non intende frequentare la Masterclass deve evitare di presentarsi all’audizione. Un’apposita giuria selezionerà i dieci allievi che frequenteranno la Masterclass da cui ne uscirà il primo e secondo cast. Ciò non toglie che altri allievi, se vogliono, possono iscriversi alla Masterclass per studiare il repertorio, benché non selezionati per il debutto dell’Opera.

ART. 3 - SELEZIONE
Le audizioni sono finalizzate alla selezione dei ruoli dell’Opera “Cavalleria Rusticana” e precisamente: Santuzza (soprano), Turiddu (tenore), Lucia (contralto), Alfio (baritono), Lola (mezzosoprano).

ART. 4 - MASTERCLASS
Coloro i quali potranno partecipare alla Masterclass e all’allestimento dell’Opera “Cavalleria Rusticana” avranno la possibilità di perfezionarsi vocalmente, musicalmente e anche riguardo l’azione scenica espressiva e interpretativa.
La Masterclass vera e propria si svolgerà dal 3 Giugno al 9 giugno 2017, con debutto in Opera il 10 giugno 2017 sotto la guida del M° Roberto Barrali per tecnica vocale e studio dello spartito; sotto la guida del M° Lorenzo Bizzarri per interpretazione vocale finalizzata alla rappresentazione che sarà diretta dallo stesso M° Bizzarri, direttore d’orchestra; prove di interpretazione scenica e regia con Eddy Lovaglio e prove d’insieme con il direttore d’orchestra, M° Lorenzo Bizzarri, in occasione della prova generale in teatro il 10 giugno 2017 e conseguente recita al Teatro Verdi di Busseto, gioiello delle terre Verdiane.
I cantanti lirici selezionati hanno l’obbligo di garantire la loro presenza e Parma OperArt potrà decidere di non assegnare i ruoli per i quali i cantanti non avranno mostrato dedizione e studio. A tutti i partecipanti della Masterclass verrà consegnato un diploma di frequenza e merito.

ART. 5 - DOMANDA DI ISCRIZIONE - CAUZIONE
E’ possibile iscriversi all’audizione tramite email all’indirizzo: info@parmaoperart.com entro il 20 maggio 2017.
Chi si presenta in audizione deve versare una quota a titolo di cauzione di euro 100,00 prima dell’esibizione canora che sarà restituita a fine audizioni. Tale cauzione sarà trattenuta solo nel caso in cui il cantante selezionato per la masterclass rinunci a frequentare la masterclass stessa.

ART. 6 - OPPORTUNITA’
Coloro che saranno selezionati per il debutto del 10 giugno 2017 dovranno rendersi disponibili per la recita e le eventuali repliche. In caso contrario saranno sostituiti dal secondo cast. Il secondo cast ha l’obbligo di rendersi disponibile in caso di malattia o qualsivoglia altro impedimento di uno o più ruoli del primo cast. L’organizzazione offre l’opportunità di un debutto importante in un teatro importante come il Teatro Verdi di Busseto in occasione della recita del 10 giugno 2017 che sarà con orchestra, coro, costumi e scene.
Mentre per le repliche successive (date da definire) l’organizzazione mette a disposizione dei partecipanti alla masterclass un compenso di euro 200,00 (duecento//00) per ogni ruolo e per ogni replica.

ART. 7
Non è previsto alcun rimborso per le spese di viaggio e/o permanenza per il periodo della Masterclass e della recita. Gli organizzatori segnaleranno agli interessati le condizioni più vantaggiose per il soggiorno.

ART. 8
Eventuali riprese video o audio della recita finale non comporteranno diritto a compensi ed è implicito il rilascio della liberatoria una volta sottoscritta l’adesione alla Masterclass.


ART. 9 - NORME FINALI L’iscrizione all’audizione implica la piena accettazione delle presenti norme. L’organizzazione si riserva la facoltà di modificare il regolamento avendo cura di darne una tempestiva comunicazione agli interessati. L’organizzazione non si assume la responsabilità di eventuali danni a persone o cose che potessero verificarsi durante il corso dell’audizione e della produzione finale.


Per qualsiasi informazione: Associazione Parma OperArt APS e ASD - Via G. Garibaldi n. 57 – 43121 Parma www.parmaoperart.com Contatti: Tel: +39 0521 1641083 – Cell. +39 0935075 – Email: info@parmaoperart.com